Abilitazione a consulente del lavoro 2021

Nuove modalità per l’esame di abilitazione a consulente del lavoro. Novità e proroghe della scadenza per l’invio della domanda d’ammissione.

Maggiori informazioni e linee guida circa l’esame di abilitazione a consulente del lavoro per la sessione 2021 arrivano direttamente dal Ministero del Lavoro. Pubblicato il 16 luglio, il decreto direttoriale n. 46 va a correggere quando contenuto nel precedente provvedimento del 29 gennaio. Infatti, il nuovo decreto stabilisce che, a causa dell’emergenza pandemica, gli aspiranti professionisti verranno sottoposti ad un’unica prova orale.

Ma non è tutto, infatti, l‘inizio della sessione d’esame è stato fissato al 25 ottobre e di conseguenza, il termine ultimo per presentare la domanda d’ammissione è slittato al 10 settembre. Pertanto, le prove scritte previste nei giorni 6 e 7 settembre 2021, sono annullate.

Le materie per l’esame di abilitazione a consulente del lavoro

Come ricordano le note del Ministero, l’interrogazione verterà sulle stesse materie su cui si sarebbe dovuto svolgere l’esame in modalità ordinaria:

  • legislazione sociale e diritto del lavoro;
  • diritto tributario ed elementi di ragioneria: rilevazione del costo del lavoro e formazione del bilancio;
  • diritto privato, pubblico e penale;
  • ordinamento e deontologia professionale.

Iscriversi e svolgimento d’esame

Per iscriversi all’esame, i candidati dovranno seguire una procedura digitale guidata, attraverso identità SPID o con CIE. Maggiori informazioni verranno rese note successivamente. Ad ogni modo, si può assumere che le modalità di svolgimento impiegate saranno simili a quelle tenute durante la sessione del 2020 e quindi che venga fatto ricorso alla piattaforma “Microsoft Teams“.

Registrati ora